Dati ufficiali banda larga in Italia – aggiornamento MiSE (31 dicembre 2012)

Sulla base del modello di calcolo del digital divide, si è individuato come suo indice di misura la percentuale di popolazione residente che non risulta coperta da servizi a banda larga da rete fissa (quindi per indisponibilità assoluta di ADSL o per disponibilità di velocità inferiori a 2Mbps per qualsiasi ragione – apparati di centrale “lite” in grado di offrire velocità fino a 640kbps, presenza di apparati concentratori, problematiche di degrado del segnale legate a linee lunghe ecc.) e non risulta coperta da servizi a banda larga da rete mobile (da Operatori in grado di fornire servizi di terza generazione o operatori WiMax).

 

Documento ufficiale del Ministero dello Sviluppo Economico.

©Broadband4Italy 2013