Banda larga, Catricalà: ‘I 20 mln tagliati saranno ripristinati nella Legge stabilità’

Il Viceministro ha assicurato che le risorse sottratte alla banda larga per evitare sforbiciate alle Tv locali saranno recuperate

Banda larga, Catricalà: ‘I 20 mln tagliati saranno ripristinati nella Legge stabilità’

Sono iniziate alla Camera le dichiarazioni di voto sulla conversione in legge del Decreto del Fare sul cui contenuto, come modificato in commissione, il Governo Letta ha posto ieri la questione di fiducia per evitare l’esame della mole di quasi 500 emendamenti (inizialmente 800) depositati dai gruppi, in primis di opposizione M5s, Lega e Sel.

L’attenzione di osservatori e operatori del mercato ICT è concentrata soprattutto sull’articolo 10 del decreto che riguarda la liberalizzazione del Wi-Fi, sul quale il confronto resta molto acceso, specie per le debolezze che presenterebbe la norma in materia di privacy che potrebbero determinare un intervento successivo da parte della Commissione europea con richiesta di modifiche (cfr. Quel pasticciaccio sul Wi-Fi: un testo che rischia di far poco per voler far troppo).

Altro controverso aspetto, sul quale si continua a discutere, è la decisione del governo di ridurre di 20,75 milioni (su 150) gli stanziamenti per la banda larga, per evitare di tagliare le risorse per le Tv locali. A completare le fonti di finanziamento sono arrivate anche una decurtazione alle dotazioni di alcuni ministeri (Economia, Lavoro e Affari esteri) e una riduzione di 18,9 milioni al fondo per alleggerire l’Irap sugli autonomi.

Un provvedimento che ha determinato una forte protesta, tanto da spingere Roberto Sambuco, Capo Dipartimento Comunicazioni del Ministero per lo Sviluppo economico, a twittare: ‘Chi permette il taglio dei fondi per la #bandalarga e per eliminare il #digitaldivide non può più permettersi di parlare di #agendadigitale’.

Ma questa mattina, a margine del convegno ‘Il futuro della rete’, il Viceministro del MiSE con delega alle Comunicazioni, Antonio Catricalà, ha assicurato che le risorse tolte alla banda larga per coprire parte delle misure del Decreto del Fare verranno ripristinate nella Legge di stabilità.

“Era una copertura che bisognava trovare - ha spiegato il Viceministro - dobbiamo recuperare i 20 milioni per la banda larga tagliati per necessità” perché “non possiamo tornare indietro su promesse fatte e questo sarà fatto assolutamente nella legge di stabilità”.

Leggi l’articolo completo su Key4biz 

©Broadband4Italy 2013