Banda larga e regioni italiane: in Sicilia il digital divide scende all’1,9%

23 milioni di euro per portare internet in 78 comuni siciliani, ecco il progetto della Regione Sicilia legato al Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013

Banda larga e regioni italiane: in Sicilia il digital divide scende all’1,9%

La banda larga sta per arrivare in 78 comuni siciliani: il progetto, sostenuto dall’Assessorato all’Agricoltura si avvarrà di finanziamenti per 23 milioni di euro nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale Sicilia 2007-2013 (PSR), che ha l’obiettivo di sostenere lo sviluppo delle aree rurali della regione, migliorarne la competitività, valorizzare il territorio a partire dalle molteplici potenzialità del settore agricolo, alimentare e forestale.

Oltre 83mila cittadini potranno ora navigare su internet, collegarsi al mondo ed accedere a dati e informazioni ad alta velocità e consentirà di ridurre il digital divide dall’attuale 3,4% all’1,9% della popolazione.

Il progetto è stato illustrato in una conferenza stampa svoltasi a Palermo, nella quale è intervenuta tra gli altri l’Autorità di Gestione del PSR, Rosaria Barresi, che ha anche fatto il punto sui risultati delle attività messe in campo con il Programma di Sviluppo Rurale.

“Con questi interventi si contribuisce a migliorare la qualità della vita delle popolazioni rurali – ha spiegato Barresi – è un obiettivo specifi­co dell’asse III del PSR Sicilia 2007-2013 e quindi della stessa Unione Europea. La diffusione della banda larga nelle aree rurali della Sicilia oggi, più che mai, è indispensabile per restare al passo con il resto del mondo”.

Leggi tutto l’articolo su Key4biz

©Broadband4Italy 2013