Banda larga e regioni italiane: in Umbria intesa tra Regione e Province

Grazie all'accordo sarà progressivamente colmato il digital divide nelle province di Terni e Perugia

Un protocollo d’intesa tra la Regione Umbria e le province di Perugia e Terni consentirà un migliore e più rapido percorso della regione verso lo sviluppo delle reti a banda larga. Il Protocollo di intesa è stato approvato dalla Giunta regionale, nella sua ultima seduta, su proposta dell’assessore regionale Stefano Vinti e consentirà, attraverso la definizione di procedure semplificate per la posa in opera delle infrastrutture in fibra ottica, la realizzazione della rete pubblica della Regione Umbria, con l’obiettivo di colmare progressivamente il digital divide di prima generazione e di incentivare lo sviluppo delle reti di nuova generazione.

“E’ essenziale”, ha affermato l’assessore Vinti, “che il territorio regionale sia dotato di una infrastruttura strategica che consenta di sostenere la diffusione delle reti di telecomunicazione a banda larga per raggiungere cittadini e imprese, poiché esse producono rilevanti effetti sul benessere sociale e sulla possibilità di sviluppo dei territori. La Regione Umbria considera prioritarie la programmazione e l’attuazione di interventi finalizzati alla realizzazione di una rete a banda larga per il superamento del divario tecnologico (digital divide) tra le aree territoriali caratterizzate da diverso sviluppo economico, per consentire una effettiva pari opportunità di accesso alle reti e ai servizi di comunicazione elettronica, attraverso le tecnologie ICT, a tutti i cittadini indipendentemente dalla dimensione e dalla morfologia del comune in cui risiedono.”

“La disponibilità di reti di telecomunicazione a banda larga”, ha sottolineato l’assessore, “destinate a collegare le Pubbliche Amministrazioni del territorio regionale (Regione, Province e Comuni) ed aperte alle altre amministrazioni locali, enti ed organizzazioni di diritto pubblico regionali e locali, è stata individuata quindi come cardine per lo sviluppo, sia in termini di crescita economica, sociale e culturale sia, soprattutto, in termini di qualità dei servizi offerti ai cittadini”.

“Per questo obiettivo, che rimane strategico per la Giunta regionale”, ha continuato Vinti, “le Province possono fornire un contributo importante allo sviluppo delle reti a banda larga. Nel protocollo si prevede infatti una reciproca interazione per la realizzazione delle infrastrutture di telecomunicazioni in fibra ottica della rete pubblica della Regione Umbria, che corrono lungo le strade di proprietà della Regione Umbria e delle Province di Perugia e Terni, al fine di ridurre l’impatto sulla viabilità, tutelare il demanio stradale, la sicurezza della circolazione e la diffusione di reti di nuova generazione”.

 

Leggi la notizia su OrvietoSi

©Broadband4Italy 2013