Banda larga e regioni italiane: in Umbria ritardi nell’utilizzo della Rete

Il sondaggio Doxa delinea un quadro denso di chiaro-scuri sulla diffusione e sull'utilizzo delle tecnologie digitali

Banda larga e regioni italiane: in Umbria ritardi nell’utilizzo della Rete

La diffusione e l’utilizzo delle nuove tecnologie digitali in Umbria delinea un quadro denso di chiaro-scuri: alcune situazioni di vantaggio rispetto alle medie nazionali e altre di maggiore debolezza rispetto al resto del territorio italiano, in generale ritardo rispetto alle altre nazioni europee.

È quanto emerge dall’indagine  “La Società dell’Informazione in Umbria: il Progetto Understand” eseguita dalla Doxa, attraverso campionamenti ed una serie di sondaggi presso la popolazione, il sistema delle imprese e tutti i Comuni umbri. Il lavoro della Doxa è stato presentato mercoledì 4 luglio, nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta a Palazzo Donini, a Perugia, alla presenza dell’assessore regionale Stefano Vinti.

“Dopo numerose iniziative sul fronte della riduzione del digital divide – ha affermato Vinti – l’amministrazione regionale ha avvertito la necessità di realizzare un monitoraggio che potesse consentire l’identificazione dei punti di forza e di debolezza degli interventi e, conseguentemente, un eventuale reindirizzo della missione e degli investimenti, al fine di rendere più efficiente e consapevole il rapporto tra cittadini e pubblica amministrazione”.

Fonte: Regione Umbria

©Broadband4Italy 2013