Digital divide e regioni italiane: in Umbria un cittadino su due non usa Internet

L'indagine Doxa su «La società dell’Informazione in Umbria» mette in luce un dato allarmante per i cittadini e per il mondo delle imprese

Digital divide e regioni italiane: in Umbria un cittadino su due non usa Internet

Indagine Doxa su «La società dell’Informazione in Umbria»: il 46% degli umbri non usa internet e, di questi, il 74% non lo ritiene utile. Tra le aziende che accedono ad internet (e sono il 74%) oltre il 48% «non lo ritiene utile».

Secondo l’assessore Stefano Vinti «siamo di fronte ad un “digital divide culturale” che ha ripercussioni economiche enormi sull’innovazione del sistema economico produttivo umbro». L’indagine realizzata in Umbria sulla diffusione della banda larga in Umbria come opportunità di innovazione, sviluppo e qualità sociale, è stata illustrata nella Scuola di Amministrazione pubblica di Villa Umbra a Perugia, nel corso del secondo info day “Crescere con la banda larga 2” organizzato dalla Regione Umbria.

I risultati del sondaggio mettono in luce due punti: il primo riguarda la crescita media di chi utilizza Internet, il secondo la presenza di un forte analfabetismo digitale.

“In questi anni – ha sottolineato l’assessore Vinti – ci siamo, giustamente, preoccupati di superare il digital divide infrastrutturale: portare cioè la banda larga a tutti i cittadini e le imprese, in tutti i comuni umbri. Molto abbiamo già fatto e tanto abbiamo messo in cantiere. Ma è come se in questi anni, impegnati a costruire strade ed autostrade avessimo prestato troppa poca attenzione ad insegnare ai cittadini ed alle imprese a guidare l’automobile”.

Leggi tutto l’articolo su Umbria24.it

Leggi il primo articolo di Broadband4Italy sul digital divide in Umbria

SMART CITY

Dal 13 novembre una nuova sezione di Key4biz interamente dedicata a Smart City e Smart Communities.
SMART CITY è un progetto Key4biz-NetConsulting

©Broadband4Italy 2013