Qualità e diffusione della banda larga in Italia: ecco il progetto di ricerca HoBBIT

Dal Dipartimento di Informatica e Sistemistica dell’Università Federico II di Napoli un modello di osservatorio aperto, partecipato e indipendente sullo status della banda larga

Qualità e diffusione della banda larga in Italia: ecco il progetto di ricerca HoBBIT

Lo sviluppo economico e sociale di una comunità e di un paese moderno dipendono sempre di più dalla tecnologia e da come essa è in grado di abilitare e favorire il progresso. L’analisi della diffusione e della qualità dell’infrastruttura a banda larga Italiana (fissa e mobile) rappresenta, quindi, un aspetto fondamentale per la comprensione analitica della situazione attuale del nostro paese e per la pianificazione degli interventi futuri, sia a livello locale sia a livello nazionale.

Il progetto di ricerca HoBBIT (Host Based Broadband Internet Telemetry) ha come obiettivo quello di fornire un punto di osservazione aperto, partecipato ed indipendente sulla diffusione e sulla qualità della connettività a banda larga e sull’accesso ad Internet sul territorio Italiano o su parte di esso (la IT nell’acronimo vuole enfatizzare proprio la natura italiana di questo progetto).

Il progetto di ricerca HoBBIT è sviluppato da un gruppo di ricercatori del Dipartimento di Informatica e Sistemistica dell’Università di Napoli Federico II. Il gruppo, guidato da Antonio Pescapè , è inoltre composto da Alessio Botta e Walter de Donato.

Effettuando periodicamente misure attive dal PC utente (il che significa che non viene assolutamente controllato il traffico generato dagli utenti e quindi la privacy è assolutamente rispettata), HoBBIT consente di monitorare le prestazioni della propria connessione, di analizzarne il comportamento nel tempo, di comprendere limitazioni sia in termini di prestazioni sia in termini di applicazioni e di confrontarle con quelle della propria zona.

Per contribuire al progetto è sufficiente installare HoBBIT sul proprio PC. Una volta installato e configurato con i dati della connessione dell’utente, esso non richiede ulteriore intervento da parte di quest’ultimo. Tutti i dati sono raccolti ed elaborati da HoBBIT in forma anonima al solo fine di valutare le caratteristiche tecniche della connessione ad Internet.

La versione attuale di HoBBIT – in fase di test su tutto il territorio nazionale – permette di valutare le prestazioni della connessione; al termine della fase di testing verrà rilasciata una versione avanzata che permette di controllare le prestazioni analizzando singole applicazioni utente e con una indicazione più immediata dei risultati dei diversi test. Al termine della fase di testing il codice sorgente del client sarà rilasciato sul sito del progetto. Il progetto prevede già ad oggi diverse estensioni verso client per dispositivi mobili (smartphone e tablet) e nuovi e diversi test atti a valutare eventuali blocchi su contenuti o destinazioni operate sulle connessioni di accesso ad Internet.

Comunità o aree geografiche interessate a valutare quanto realizzabile con HoBBIT (monitoraggio delle ADSL, delle connessioni WiFi municipali, delle connessioni satellitari e di rete in aree rurali, etc.) possono o scaricare il client ed utilizzare l’infrastruttura messa a disposizione dal progetto di ricerca, oppure pianificare un’installazione di HoBBIT “locale” (completa di server di misura distribuiti, server di gestione e client).

©Broadband4Italy 2013